REPORT SPRING SUP RACE

SPRING SUP RACE

Il campionato “italian Sup league” prevede in questa sua seconda edizione 20 tappe race in giro per l’Italia, ed altri eventi promozionali per fare conoscere ed avvicinare nuove persone a questo sport acquatico. La prima tappa del 2018, la “Spring SUP Race”, si è disputata lo scorso 25 aprile 2018 nella location del lido di Volano in provincia di Ferrara, proprio all’interno di uno dei parchi naturali più belli del nostro belpaese.

Gli atleti sono accorsi da tutta Italia e qualcuno perfino delle regioni d’oltralpe più vicine. In 32 alla fine si sono sfidati a suon di pagaiate sotto un cielo a tratti plumbeo, ma per nulla piovoso. Sono state proprio le previsioni nefaste a mettere in fuga gli amatori, che hanno preferito guardare lo spettacolo dalla spiaggia o dal pontile del lido di Volano, insieme ai pescatori ed ai turisti che non si aspettavano di assistere da cosi vicino a questo spettacolo.

A spuntarla nella classe Elite 14′ è stato Filippo Mercuriali del team Romagna Paddle Surf seguito dall’atleta Francesco Mazzei del team Toscana Surfing ASD. I due si sono battagliati per tutti i nove chilometri del percorso, e solo per un soffio l’atleta romagnolo è riuscito a spuntarla. Completa il podio un altro atleta della Romagna Paddle Surf: Alessandro Sapigni.

Nella classe Reptile race 12’6” invece è stata una lotta a tre fino all’ultimo metro ma alla fine la vittoria è andata al Triestino Guglielmo Reggio seguito da Mirco Sarti e Stefano Padovani.

Tra le ragazze al contrario, si sono messe in luce le giovani Reggio Letizia e Stocca Sofia del team Magic Paddle House che oltre ad essersi aggiudicate le medaglie nelle categorie Under16 sono salite rispettivamente al primo ed al terzo posto nella categoria Elite 14′ femminile, inframezzate dalla tenace Romina Mariotto del team Wild SUP.

A questa prima manifestazione sportiva, che per l’intera giornata ha focalizzato l’attenzione del pubblico Ferrarese, hanno partecipato anche rappresentanze di negozi ed aziende del settore degli sport acquatici come Reptile international, Safe, Italian SUP Warehouse e Point7 che hanno colorato la giornata.

Il tanto clamore ed il tam tam mediatico creato dagli organizzatori ha portato poi frotte di curiosi, che grazie a questa gara ben riuscita, sono stati in grado di simpatizzare con una nuova realtà, poco conosciuta nel territorio.

Gli organizzatori, gli atleti e lo stesso direttivo del campionato “Italian SUP League” ringraziano per la possibilità offertagli grazie allo spettacolo dello sport, di avvicinare nuovi interessati alla pratica dello Stand Up Paddling e vi danno appuntamento per il 25 aprile 2018 a Taranto per la seconda tappa di campionato!

INFO Spring SUP Race 14.04.18

Manca una settimana alla nuova stagione di Italian Sup League!!!
Scopriamo insieme a Nicola Veronese qualche dettaglio sulla prima tappa nel territorio Ferrarese

-Nome Nicola Veronese
-Data di nascita 15/10/1966
-Dove vivi Lido Di Volano, Emilia-Romagna, Italy

-Cosa fai nella vita?
Gestisco lo stabilimento balneare Bagno Ristoro al lido di Volano, che è anche un noto ritrovo per i surfisti nella provincia di Ferrara.

-Sei un promotore degli sport acquatici nel tuo territorio, raccontaci qualcosa del SUP al lido di Volano
Il Lido Di Volano, Emilia-Romagna, Italy si predispone, data la sua configurazione, alla pratica di molti sport acquaticiti come il windsurf, il kitesurf, il catamarano ed ultimamente il SUP. E per quest’ultimo il territorio offre una vasta scelta di spot, che vanno dalla foce del Po di Volano, alla sacca di Goro, all’isola dell’Amore con il suo caratteristico faro…

-La prima gara race del nostro circuito si svolgerà nello spot del lido di Volano, descrivicelo un pochino.
Lo spot del lido di Volano si trova geograficamente appena a sud della sacca di Goro, ampia laguna dal basso fondale e zona rinomata per la produzione di molluschi. Il mare antistante il nostro lido, proprio per queste caratteristiche risente molto delle correnti di marea, tanto che a volte sembra di pagaiare controcorrente in un fiume. Il basso fondale sabbioso, che risale repentinamente lo rende poi un bellissimo spot per il wave, soprattutto quando c’è vento da sud-est.

– Che tipo di gara dobbiamo aspettarci? Tecnical, beach race, long distance?
La Spring SUP Race sarà una beach race con parecchie virate, il cui percorso a “chiave inglese”, ideato da Maurizio Tomei si snoderà intorno al molo turistico del nostro lido. Questo darà modo a spettatori e fotografi di apprezzare il gesto atletico dei partecipanti ed incitarli da pochi metri di distanza.
Il percorso sarà di 2 giri (circa 8 km) per i race 14′ e per la categoria Reptile Race 12’6” ed un solo giro per le categorie SAFE Open Amatori.
Devo però ringraziare tutti ragazzi della Romagna Paddle Surf; senza il loro fondamentale aiuto, non sarebbe stato possibile realizzare questa gara!

– Avete delle convenzioni particolari per gli atleti che arrivano da lontano?
Si, abbiamo 2 convenzioni attualmente attive.
Una è con HOTEL CLUB SPIAGGIA ROMEA Village & Residence che potete contattare al numero 0533.355366 oppure alla mail booking@spiaggiaromea.it
La seconda, è l’albergo Al Ponticello sito nel centro di Comacchio. Questa struttura è contattabile al numero +39 0533.314080 dalle 08:00 alle 20:00 o via mail all’indirizzo alponticello@alponticello.it

– Rumors dicono che avete dei premi a sorpresa in palio…
Vero, abbiamo cercato di coinvolgere molti amici vicini e lontani e molte attività locali. Ma le sorprese sono belle se rimangono tali, quindi chi verrà vedrà!!!

-Italian SUP League: dacci una tua opinione:
Serietà, trasparenza ed amore per lo sport….c’è altro da dire?

-Prospettive future?
Abbiamo realizzato la Spring SUP Race con l’intento di far conoscere il SUP nel nostro territorio, ma ci abbiamo preso gusto, perciò ci auguriamo che questa gara possa diventare una “classica” di primavera.

#Italiansupleague #reptilesup #mdsystemsitaly #safewaterman #supnews#bluedreaming2018 #yesradio #springsuprace #romagnapaddlesurf#bagnoristorovolano #lidodivolano #circolonauticovolano #thermaeoasis#hobony #artesteticabyannalisa #nilubeachwear #deltaadventure#birrificioeffemme #craimesola #labottegadicomacchio

A week is missing for the new season of Italian Sup League !!!
Let’s discover together with Nicola Veronese some details on the first stage in the Ferrarese territory

-Name Veronese
– Date of birth 10/15/1966
-Where live Lido Di Volano, Emilia-Romagna, Italy

-What do you do in life?
I manage the Bagno Ristoro bathing establishment at the Lido di Volano, which is also a well-known meeting point for surfers in the province of Ferrara.

-Are a promoter of water sports in your area, tell us something about SUP at the beach of Volano
The Lido Di Volano, Emilia-Romagna, Italy is predisposed, given its configuration, to the practice of many water sports such as windsurfing, kitesurfing, catamaran and ultimately the SUP. And for the latter the territory offers a wide choice of spots, ranging from the mouth of the Po di Volano, to the bag of Goro, to the island of love with its characteristic lighthouse …

-The first race race of our circuit will take place in the spot of the beach of Volano, describe it a little.
The spot of the lido di Volano is located geographically just south of the sack of Goro, a wide lagoon with shallow waters and an area renowned for the production of molluscs. The sea in front of our lido, due to these characteristics, is very much affected by tidal currents, so much so that sometimes it seems to paddle against the current in a river. The shallow sandy seabed, which suddenly rises makes it a beautiful spot for the wave, especially when it is windy from the south-east.

– What kind of race should we expect? Tecnical, beach race, long distance?
The Spring SUP Race will be a beach race with several turns, whose “wrench” path, designed by Maurizio Tomei will wind around the tourist dock of our beach. This will allow spectators and photographers to appreciate the athletic gesture of the participants and incite them from a few meters away.
The route will be 2 laps (about 8 km) for the 14 ‘races and for the Reptile Race 12’6’ ‘category and only one lap for the SAFE Open Amateur categories.
But I have to thank all the guys from Romagna Paddle Surf; without their fundamental help, it would not have been possible to make this race!

– Do you have any special conventions for athletes who come from afar?
Yes, we have 2 currently active conventions.
One is with HOTEL CLUB BEACH ROMEA Village & Residence you can contact at 0533.355366 or at the email booking@spiaggiaromea.it
The second is the Al Ponticello hotel located in the center of Comacchio. This structure can be contacted at +39 0533.314080 from 08:00 to 20:00 or via email at alponticello@alponticello.it

Rumors say you have surprise prizes up for grabs …
True, we have tried to involve many close and distant friends and many local activities. But the surprises are beautiful if they remain so, so who will see will !!!

-Italian SUP League: give us your opinion:
Seriousness, transparency and love for sport …. is there anything else to say?

-Future perspectives?
We have created the Spring SUP Race with the aim of making the SUP known in our territory, but we have got a taste for it, so we hope that this race can become a “classic” of spring.

Giulia Gisella Tura

Ed eccola finalmente… Giulia Gisella Tura ci racconta della sua passata stagione nel campionato Italian Sup League e del suo primo posto in classifica del ranking permanente della classe femminile ISL

-Nome: Giulia Tura
-Data di nascita: 27/10/1987
-Dove vivi: Bellaria Igea Marina

-Cosa fai nella vita?
Lavoro da molti anni nell’ambito del nuoto sia in inverno che in estate presso la struttura Garden Sporting Center di Rimini. Sono insegnante di nuoto per bambini e adulti, personal trainer e insegnante di fitness in acqua, in poche parole tutto ciò che riguarda l’ambiente piscina.

-Come ti sei avvicinata al sup ?
Ho cominciato un giorno per caso, la sfida era di rimanere sopra la tavola senza cadere. Il giorno dopo ha fatto la classica mareggiata di metà agosto e mi sono buttata in mezzo alle schiume con i miei cugini surfisti. Li invidiavo un sacco loro erano bravissimi e io continuavo a bere schiuma!!!
Quindi ho cominciato a seguirli a Cesenatico e a rimini con una tavola ovviamente sbagliata ma prestata da un amico. Capii presto che in Romagna le onde arrivano raramente e cominciai a fare passeggiate con i ragazzi della Romagna Paddle Surf. Cominciai le gare, sempre per sfida, grazie a Cristian Manduchi e Roberto Mandoloni che credevano molto in me (forse troppo) hahaha.

-Che tipo di tavole da Sup usi?
Al momento uso un Starboard 12.6 x 24 per fare le gare, e una starboard 7.6 x 32 per wave (anche se ormai fa la polvere in garage). Inizialmente è stato un caso avere tutte tavole starboard (anche lamia prima era della stessa marca) poi ho scelto di continuare comprando il race.

-Ti alleni da solo o in compagnia di qualcun altro?
Principalmente mi alleno da sola, per incompatibilità di orari con gli altri membri della sq. Ma capita che con l’avvento della bella stagione si passi più tempo insieme in acqua.

-Hai una particolare routine o qualche tipologia peculiare di allenamento?
Quest’anno sto preparando gli allenamenti con l’aiuto dell’allenatore della squadra agonistica del Garden per quanto riguarda cicli di allenamento e di scarico in acqua, e del potenziamento a secco.

-Fai un piccolo bilancio della passata stagione.
Per me la cosa più importante è il divertimento, mi piace la competizione nelle gare, sicuramente ci sono poche donne nel nostro circuito il che non è molto stimolante, tuttavia ogni gara è sempre una sfida con te stessa. Sicuramente l’anno prossimo cercherò di fare meglio.

-Quale ritieni che sia stata la tua migliore performance nelle gare di ISL?
Non saprei perché quest’anno ogni gara ha avuto le sue condizioni meteorologiche particolari.

-Hai dominato la stagione fino a luglio, poi sei scomparsa dalle scene e non eri presente agli assoluti: hai avuto un infortunio?
No per fortuna nessun infortunio, ma devo ammettere che lavorando e con il caldo della stagione passata la voglia di allenarmi dopo una giornata di lavoro cala esponenzialmente di giorno in giorno, in più verso luglio si accorciano le giornate e la possibilità di fare allenamento con la luce.
(Quindi in sintesi solitamente ad agosto smetto). Quest’anno agli assoluti non ero presente perché ero in vacanza!!!

-Sappiamo che sei una nuotatrice e ti sei comportata egregiamente anche alla gara di triathlon sup di Bellaria arrivando alla piazza d’onore (2 posto): cercherai di conquistare anche quel titolo nel 2018?
No non penso parteciperò a gare di triathlon. Mi piace l’acqua limpida della piscina e l’assenza di scogli. Non sempre chi nuota bene in piscina sa anche nuotare bene in mare e io sono una di quelle.

#italiansupleague #starboardsup #magicpaddlehouse #reptilesup#safewaterman #tomcarusobrand #supskin #robertoriccidesigns #kingiiitalia#bluedreaming2018 #supnewsmag #romagnapaddlesurf#RobertomandoloniSUP #Cristianmanducchi #GardenSportingCenter

And here it is finally … Giulia Gisella Tura tells us about her past season in the Italian Sup League championship and her first place in the standings of the permanent ranking of the ISL women’s class

-Name: Giulia Tura
– Date of birth: 10/27/1987
-Where live: Bellaria Igea Marina

-What do you do in life?
I have been working for many years in swimming both in winter and in summer at the Garden Sporting Center in Rimini. I am a swimming teacher for children and adults, personal trainer and fitness teacher in the water, in a few words everything related to the pool environment.

-How did you approach the sup?
I started one day by accident, the challenge was to stay above the table without falling. The day after he did the classic sea storm of mid-August and I threw myself into the foam with my cousins ​​surfers. I envied them a lot they were very good and I kept drinking foam !!!
So I began to follow them in Cesenatico and rimini with a course obviously wrong but lent by a friend. I soon realized that in Romagna the waves rarely arrived and I began to go for walks with the Romagna Paddle Surf guys. I started the races, always for challenge, thanks to Cristian Manduchi and Roberto Mandoloni who believed in me (maybe too much) hahaha.

-What kind of tables do you use?
At the moment I use a Starboard 12.6 x 24 to do the races, and a starboard 7.6 x 32 for wave (even if now it makes dust in the garage). Initially it was a case to have all starboard boards (even Lamia was first of the same brand) then I chose to continue buying the race.

Do you train alone or in company with someone else?
Mainly I train alone, due to incompatibility of schedules with the other members of the sq. But it happens that with the advent of summer you spend more time together in the water.

-Do you have a particular routine or some peculiar type of training?
This year I am preparing training with the help of the coach of the Garden competitive team as far as training cycles and drain the water, and strengthening dry.

– Make a small assessment of the past season.
For me the most important thing is to have fun, I like competing in races, surely there are few women in our circuit which is not very exciting, but each race is always a challenge with yourself. Surely next year I will try to do better.

-What do you think was your best performance in ISL races?
I do not know why this year every race has had its particular weather conditions.

-You dominated the season until July, then you disappeared from the scenes and you were not present at the absolute: did you have an injury?
No luckily no injury, but I must admit that working and with the heat of the season past the desire to train after a day of work falls exponentially from day to day, more towards July shorten the days and the possibility of training with the light.
(So ​​in summary I usually stop in August). This year I was not present for absolutes because I was on holiday !!!

-We’re aware that you are a swimmer and you behaved admirably in the triathlon sup race of Bellaria reaching the place of honor (2 place): will you try to conquer that title in 2018?
No I do not think I will participate in triathlon competitions. I like the clear water of the pool and the absence of rocks. Not always who swims well in the pool can also swim well at sea and I am one of those.